Category Idee

Fotografia, prodotto e progetto.

Ci sono lavori che ti vengono assegnati che diventano veri e propri progetti condivisi. Non capita spesso, ma quando capita diventa magnifico.

Devo ringraziare Ilaria e Marco perchè hanno deciso di affidarmi completamente lo studio dell’immagine dei loro prodottti, anzi, dei loro gioielli, che vengo prodotti artigianalmente con una grande attenzione per i materiali usati e per il design.

Ci siamo parlati, ci siamo conosciuti meglio, abbiamo pensato insieme che immagine doveva uscire dalle mie fotografie. Abbiamo condiviso una crescita del prodotto e dell’immagine.

Abbiamo realizzato due sessioni con le bravissime [bellissime è sottinteso] e disponibilissime modelle Maria e Giada alla ricerca del punctum delle singole linee, ci siamo affidati all’arte del trucco di Ionela e abbiamo sfruttato due location molto diverse per esaltare ancora di più la semplicità, la bellezza, il design e la versatilità di collane e bracciali.

E’ stato un piacere immaginare e scattare i diversi modi in cui si possono vestire le creazioni di Pig’Oh ed allo stesso tempo è stata una sfida [se vinta dovete dirmelo voi!] immaginare chi poteva indossare e come poteva sentirsi la ragazza e/o la donna con indosso questi accessori, che accessori non sono, perchè raccontano come ci si vuol sentire.

E ho raccontato anche la parte di realizzazione del prodotto stesso.

Se volete visitarli li trovate qui www.pig-oh.it

TOCCARE LA FOTOGRAFIA

L’importanza di andare a vedere una mostra di fotografia sta nel fatto di entrare in contatto con la stessa, con la possibilità di rendere qualcosa che è spesso solo virtuale [o effimero] con qualcosa che diventa materiale, tangibile.

La concentrazione ed il tempo di attenzione che abbiamo dinnanzi al monitor, mentre guardiamo una fotografia, è bassissimo, vorace, da fast food e quindi resta solo l’impatto complessivo e nessuna domanda, curiosità, appunto [positivo o negativo che sia].

Andar a vedere una mostra significa decidere a che distanza guardare la fotografia e quindi su cosa soffermare sguardo e pensieri [o psiche, che dir si voglia], significa investire tempo nell’osservazione, nell’indagine, nella scoperta; il gusto per un dettaglio o la scoperta di qualcosa che stona, un complessivo perfetto o poco bilanciato.

Andar a vedere una mostra significa starci del tempo e lasciare andare il cervello alla ricerca di qualche sensazione, dettaglio, luogo da cercare e scoprire.

Andar a vedere una mostra significa poter toccare [a volte no] una foto e allora ritorna alla mente che bello era andare a prendere il rullino sviluppato dal fotografo e sfogliare e analizzare ogni singola tangibile immagine.

Stampate le vostre foto migliori e toccatele, appendetele al muro o al frigo con il magnetino!

p.s. a breve renderò operativa la sezione del mio sito “PRINT” e lì potrete acquistare e ricevere le mie foto, per poi appenderle se vorrete.